venerdì 19 marzo 2010

non credevo fosse possibile

Abitare una casa in sette persone e scoprire che ognuno ha il rotolo di carta igienica personale.
[gli ficcherei su per il culo tutti e dieci i rotoli del pacco]
Come rendersi complicate le cose semplici.Come inasprire i rapporti già aspri.
La follia in questa casa non ha mai fine.Il buonsenso,non ha mai inizio.

13 commenti:

MadiS ha detto...

L'ultima frase che hai scritto è così diretta... e vera per la maggior parte delle 'convivenze' -di qualsiasi tipo.

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

sei entrata a far parte del cast del grande fratello??

:D

mIsi@Mistriani ha detto...

macchè.almeno lì si "rischiava" di vincere dei soldi..o di imbattersi in una superfiga incontinente di baci..

qui ci sono solo i contro,di una convivenza forzata.
zero pro.

Yuria Mizujima ha detto...

Ecco, tutt’altro che una cooperazione sociale, dunque.
Equilibri molto precari, perciò?

mIsi@Mistriani ha detto...

equilibrio precario implica che si possa cadere facilmente ma si sia ancora in equilibrio

qui si è caduti da un pezzo.

ma non è il momento di spostarsi.non posso.devo solo abbozzare.e adeguarmi all'inciviltà.o isolarmi quanto piu' riesco;mentalmente e fisicamente.

convivere con degli idioti,nonchè parassiti,è una tragedia.di dimenisoni colossali.

e la mia stanza non ha una cazzo di chiave,che consenta di chiudere la porta.oggi faccio una visitina in ferramenta.
che palle
[grazie del passaggio]

sospesanelviola ha detto...

perchè ne vogliamo parlare della pasta, dei detersivi, delle confezioni di ogni genere marcati con il proprio nome?

non ti preoccupare, è una situazione già vista, non sei l'unica.

mIsi@Mistriani ha detto...

..lo so bene..dopo cinque anni di convivenze varie..ma ti giuro che mai avrei immaginato di vedere gente che si porta il rotolo dalla camera.
la domanda sorge spontanea:e quando lo dimenticano??
[dovro' togliere gli asciugamani dal bagno,mi sa -.-]

PEPE ha detto...

Oggi ho avuto il mio orrore quatidiano nell'ufficio di merda in cui lavoro!!!
Però alla fine me ne torno a casa e invece mi sembra di capire che tu questo schifo lo vivi proprio in casa...porta pazienza...lo so,lo so, non è facile ed è anche snervante!!!

Ma|Be ha detto...

tesò. c'è anche chi si divide il sale.
e togli gli asciugamani.
com'è andata poi?
messaggino se puoi. altrimenti vedo se riesco a ricaricare e ti chiamo.

love thee

Agnese ha detto...

ohhhhh povera
[ti subaffitto la mia stanza ;)]

minervabianca ha detto...

per una persona come me....la convivenza è facile finchè ognuno si fa gli affari propri

mIsi@Mistriani ha detto...

per convivere senza problemi c'è bisogno di una sola cosa,anzi due.
buonsenso.
rispetto.

e in questa cazzo di casa mancano entrambi.

ashasysley ha detto...

Dolcissimo tesoro ... Noi eravamo in 7 all'università. E tutti a cena assieme. Io cucinavo, unica donna. E c'era quello che la carne la mangiava ben cotta, e quello che non voleva il formaggio, quello che non tollerava il pepe e quell'altro che non poteva mangiare la farina.

E io respiravo a fondo, avevo solo 4 fornelli, ma facevo miracoli.

E sorridevo sempre. Ed era la ricetta perchè tutto funzionasse. Alla perfezione ...