lunedì 15 dicembre 2008





La nostra società fatta di soldi e merda
Che uccide i sogni, vende guerra,
Possiede il nulla, sputa per terra.
Non ha vergogna la nostra società,
f a t t a d i g e n t e u g u a l e c h e n o n è u g u a l e
ma ugualmente adora sentirsi tale.


La nostra società un buco profondo
Dove il nero è più nero
del buco del culo del mondo


La nostra società protetta e sicura,
Dove tutti son felici, dove tutto fa p a u r a.
Nella nostra società dove gli artisti e i poeti
Muoiono nel fango quando non sono ciechi.
La nostra società ricca di macchine intelligenti,
Cervelli ammuffiti e droghe sempre più potenti.
In questa società dove la gente è pulita
E crede che sia giusto sacrificarsi in vita.

La nostra società piena di santi e croci,
Di immagini divine, di mille mute voci.
In questa società di eroi al supermercato,
Di plastica e petrolio, di odio colorato.
Negli occhi della gente
che osserva il proprio rito,
E ripete tutti i giorni lo stesso gesto smarrito.
Dovremmo avere tutti
un po' di sprezzo del potere,
Farci arrestare tutti, riempire le galere.


Finchè nel cielo aperto
non riprenderemo a v o l a r e ,
Non ci daremo per vinti,
continueremo a s o g n a r e .

Ma un SOGNO REALE, che rompa i coglioni,
Che svegli tutti quanti dai loro sonni buoni.

Hai bisogno di c o m p r a r e,
hai bisogno di v e d e r e ,
hai necessità di vivere
e uccidi per potere.
Hai bisogno di un bisogno
che ti faccia essere parte,

di questa società, dove tu sarai il più forte.

Siamo solo dei mammiferi

o un insieme cellulare

Su una fetta di terra che non smette di girare,

e non sappiamo come fare a sopportare il

nostro corpo

e il nostro b a t t i t o d e l c u o r e.


[Non sappiamo come fare
a sopportare il nostro corpo
E il nostro battito del cuore]


Il tuo sorriso meraviglioso,quando scopri che ho un pensiero per te.
Non contano i soldi spesi,non conta dimostrare agli altri quello che.
La meraviglia di un pensiero è la riservatezza con il quale lo custodiamo.
La complicità di un sorriso,che solo e soltanto noi,stiamo capendo.

Non riusciamo a sottrarci a cio' che non ci appartiene,e che ci ferisce,perchè forse ancora ne sentiamo il bisogno.
Ma non siamo un'isola.
E dovremo sottostare a quelle voglie stupide di megalomania.
Alle tradizioni che nascondono tanta ipocrisia.
A calpestare lo spirito buono di questo periodo,quello che ci fa stare bene,in nome del dimostriamocichecivogliamobene.perchèundiamanteèpersempre.
[ma vaffanculo.il mio amore è per sempre.e non si dimostra così.fortuna che almeno tu,l'hai capito.e conosci la differenza,ora.]

Vogliamo sottrarci.Non riusciamo.Non abbiamo la forza per farlo.
Parlo al plurale,anche se sono una,io.
Ma ci sei tu,con le tue fragilità,e la tua capacità di tenertele dentro
[capacità che io non ho]

Sorriderei,se servisse a farti stare meglio,ma ormai vedi anche tu,tutta quella merda.
E buttarla giu',e fingere che non ci sia,è troppo,troppo difficile.

Parlami, ti prego, non andare NO
non penso di poterli reggere
Prenditi il diritto di sorprenderti
e' proprio me che aiuti a non cadere qui

Merry Christmas
Merry Christmas
Merry Christmas
Merry Christmas

Ho l'universo in fiamme che mi lacera
le gambe rollano e non c'e' da ridere
Ho il cuore in gola ed e' quasi Natale ma
con tutta quella gente resto qua

Merry Christmas
Merry Christmas
Merry Christmas
M e r r y C h r i s t m a s
[MK]

9 commenti:

- tata - ha detto...

soldi e merda.

ha ragione mio nonno. da vent'anni.
"il mondo è pazo."

touchè.

*

Inenarrabile ha detto...

A volte penso che il Natale serva solo a farci riflettere su ciò che è più importante e che è in questo senso che ci si dovrebbe sentire migliori e più buoni, migliorandosi.
La tua visione negativa nasconde una grande positività, speriamo di trascorrere un buon Natale, ciao piccola Misi@.

soleliquido ha detto...

l'ennesima cosa. e i Petrol hanno lasciato una vera traccia nella mia testa. un solco. che segna la cosa come se fosse vissuta davvero in me, dalla prima battuta della prima canzone che le mie orecchie hanno percepito.

ormai passo di qui almeno 7 volte al giorno. e non perché apprezzi le diverse dimensioni dei caratteri o le fotine sulla colonna destra o le parentesi quadre. passo perché capisco.
e, di nuovo, condivido.

[devo andare via domani]

mIsi@Mistriani ha detto...

@ tata
i nonni hanno sempre ragione.
[quando ancora ci sono,i nonni]
-sigh-

@ inenarrabile
vorrei essere positiva.
[come sono,io.come sarei,se le circostanze me lo permettessero]
vorrei non sentirmi in trappola.come un topo,in una casetta di legno,nella quale non voglio entrare,ma ugualmente entro.spinta a forza.e finisco schiacciata.puntualmente,da quella trappola,che conosco,ma non riesco ad evitare.
[vorrei tanto passare un buon natale.come lo passerei io,se potessi.e invece l'angoscia del natale,con tutti i suoi giorni prima,e i suoi giorni dopo,già mi assale.conto alla rovescia,attendendo l'ultimo dell'anno]
e 2 0 0 9 sia.


@ soleliquido
"Cerco qualche cosa di me"
puo' essere?
dai tuoi commenti lo sento che torni perchè condividi.le citazioni.e il non detto.a te arriva tutto.e me lo rimandi indietro.
sempre con quello sguardo dell'amico che con gli occhi gonfi,per gli stessi perchè,ti dice-lo so-.
LO SO.

[Devo ridere e star bene
tra la gente che non vede]

ogni sillaba.ogni corda,che vibra,arriva.e tocca i punti piu' scoperti.per questo i caratteri si fanno grandi,e poi piccoli.per questo le infinite parentesi,nella mia mente si aprono,senza mai riuscire a chiudersi.
sono convinta. quelle vibrazioni toccano anche te.

Ma|Be ha detto...

"Il tuo sorriso meraviglioso,quando scopri che ho un pensiero per te."

BUON NATALE mIsi...

mIsi@Mistriani ha detto...

quel sorriso,sarà la sola cosa a cui potro' cercare di aggrapparmi,per non affogare nella merda,di questo natale.

[ah,fra l'altro,non so si è capito,ma tornero'all'ovile,per ste maledette feste.quindi volendo,ci si puo'sentire..sempre se sei in zona anche tu..]
a presto..

Irene ha detto...

mi sei terribilmente mancata.

Squilibrato ha detto...

Preferisco molto più restare anche io qua, con tutta quella gente là fuori che si spinge e si strattona per il Natale.
Le gambe rollano... ma anche le dita.

Dove gli hai trovati i "magici" qua in Italy?

Squilibrato ha detto...

E allora, cara Misia, potrebbe darsi che tu li abbia acquistati nello stesso posto in cui li ho acquistati io.
Sappimi dire, quando tornerai, poichè io vi sarò la prossima primavera.