venerdì 1 ottobre 2010

Go[baby]go.GO.

Il caldino che permette di evitare la giacca, è un piccolo dono del primo giorno di ottobre, fra rabbia e burocrazia,ed una facoltà universitaria che coerentemente con quanto fatto per sei lunghissimi anni crea problemi anche nell'ultima ora.

La scorsa domenica, nonostante le previsioni di pioggia e le minacciose ed incombenti nuvolone nere che sabato circondavano l'ippodromo, mi è stata regalata una giornata di sole. Continuavo a guardarmi intorno e pensavo che infondo,stavo bene. Che quel sole era un regalo, ma davvero.Lo fissavo,e poi chiudendo gli occhi focalizzavo la sensazione meravigliosa di quei raggi sulla pelle. La voglia di togliersi gli strati di stoffa non necessari. C'è della gente consapevole,forse,nonostante tutto,in Italia[il paese delle mezze verità].

E adesso,dopo questa mattinata a flussi alterni,iniziata con l'ultimo incubo della notatta[denti,denti e ancora denti.caduti,rotti,neri,sgretolati.che orribile risveglio] mi accingo a dire che ho[seppur ancora ufficiosamente] finito.

Ho comprato con pochi spiccioli due piatti nuovi[per una cena romantica]e un vaso di plastica verde[per dei semi di calendula giallagialla che aspettavano da troppo tempo di essere piantati] e adesso vado a cucire la zampa d'elefante per i pantaloni nuovi dell'uomo che amo. Poi esperimento liquore al cioccolato e produzione home-made di una cofanata di bounty al cioccolato fondente,da smangiucchiare avidamente,possibilmente dopo la cenetta romantica.

Go baby.
Go.

3 commenti:

UIFPW08 ha detto...

L'inventiva non manca la voglia di cucinare c'e i raggi di sole pure, complimenti allora.
Un saluto.

☆Vale ha detto...

it sounds so nice, mon ami...
allora sai fare l'orlo? eh brava! :)

io stanotte ho sognato Madonna che faceva una specie di coreo like a vergin e poi mi ha svegliata un cane che abbaiava, inutilmente...

oggi mi ha chiamato la mia uni, volevano rispondessi a un sondaggio, gli ho detto che non mi andava...che mi lascino in pace, loro e le statistiche...

AprilPalahniuk ha detto...

il titolo del post mi ricorda una canzone dei Garbage.
Cenette romantiche, mi mancano.