mercoledì 28 ottobre 2009

un altro motivo per emigrare

Come stessi entrando nella tana del leone.

Un agnellino,in mezzo ai lupi.

Sorrisini di chi sa che sei in difficoltà.Sorrisini di chi ci prova gusto a lasciartici,in difficoltà.

Un cameratismo che sa di bullismo,e fascismo.

E maschilismo,anche,un po’.

Sprazzi di umanità,ma solo a tratti.e solo dal singolo,mai dal gruppo.

Solo una notifica.Il peggio deve ancora arrivare.convocazione,facce ostili,colloquio.

[oddio.che parolona.il testo della legge è lo stesso che.oddio.che cosa assurda,allucinante.e non solo a tratti.totalmente allucinante.]

Tutto questo casino,per la prima parte?per la burocrazia??odio.e il resto??..mioddio.Potevano fare danni che neanche immaginano.Io che danni potevo fare??a chi,poi??a nessuno.niente a nessuno.

E pero'.

Qui sono sempre gli altri,i puritani,le maggioranze,gli I P O C R I T I,a decidere per tutti.

anche per me.

E restare ostaggio dello stato per un mese due tre.ancora un anno,e poi forse due.perchè non ci sono scadenze.tu sei ostaggio,finchè loro avranno tempo da dedicarti.E non sapere cosa succederà.e avere sempre paura nel non sapere quale sarà la punizione a te destinata.

Il grave reato:voler decidere della propria vita,finchè non si danneggia quella altrui.

In Italia questo è severamente punito dalla legge.

Per non correre rischi bisogna invece danneggiare tutti.E poi distrarli.

Allora non vieni punito in Italia.

processi per mafia andati in prescrizione,condoni per i truffatori,politici corrotti.....e pero' guai a commettere il reato di voler decidere della propria vita,senza dare fastidio a nessuno.

Guai.

E guai sono e saranno.


Sto pagando le conseguenze di un posto di blocco in cui erano in troppi,per dimostrarsi uomini,umani,intelligenti e sensibili.Erano in troppi e la regola[l’unica regola]doveva essere la legge.La cieca obbedienza a una legge già cieca di per sé.E loro lo sanno.perchè loro vedono,volenti o nolenti,tutti i giorni.

Loro,gli addetti ai lavori,volenti o nolenti sanno,quanto stupida ed insensata sia tutta questa fiera.Ma se sono in gruppo,e se hai la sfortuna di incontrarli,devono fingere di non sapere,non capire,non potere.

Che stronzata.

Ti faranno qualche domanda,ti diranno di non rovinarti con ste cazzate.ti diranno non farlo piu’.

Io non ti dico non farlo piu’,ma di non farti beccare piu’.

Se avessi incontrato me,ti avrei tirato un orecchio,avrei gettato tutto nell’immondizia e ti avrei detto di non farti piu’ vedere in giro.

Già.

A me invece non è andata così,sai begliocchiblu?? [sempre col peggio devo capitare io]

Non c’era bisogno,di trattarmi[ci]come mi[ci]hanno trattato.Lo so io,lo sai tu[Le do del Lei,mi scusi].Eppure.

Va bè.

E’ andata così.

Speriamo bene.

Questa è in fondo solo l'ennesima evidenza della differenza che c'è fra paese reale,e paese ufficiale.

Già.

Poteva comunque andare peggio.

Evviva il gioco di Pollyanna.[alè]


3 commenti:

☆Vale ha detto...

Uff
vedi anch'io sono indignata
ti sn vicina
*

Lanza ha detto...

Ciao,ti hanno fermata in auto dopo che ti eri fatta una canna?

mIsi@Mistriani ha detto...

ciao,non esattamente,comunque non contano i dettagli...
è un sistema di merda.leggi di merda.
gente di merda.