martedì 9 giugno 2009

[o solo per sentirmi viva]

Dimmi cosa vuoi fare,
È come stare alla catena.
Senza saper dove andare,
E respirare a malapena.


La metto a giro.che a me la musica mi fa parlare.
e poi una voce ne ricorda un'altra e allora pensi e ricordi e fantastichi.
e poi una frase che fa pensare piu' delle altre,ti catapulta in quella spirale che ti piace tanto.perchè gira,ma non troppo veloce.scorre,ma intanto gira.
ti sembra di andare,e invece non vai[da nessuna parte.giri,solo]
e pero' giri.ed è già qualcosa.

di pensieri sparsi ne ho parecchi.la musica a volte aiuta,a fare ordine.
a volte fa solo uscire,un po' di cose.alla rinfusa,quando sono talmente tante,che fare ordine è impossibile.

Voglio correre.
e ci sono le elezioni.
si corre da soli.o si corre insieme,ma sempre per arrivare,da qualche parte.e anche quando non si sa dove,si sa sempre e comunque che si vuole arrivare.io al momento dove vado?dove voglio andare?solo correre.o anche solo andare,senza correre.ma andare,almeno.
tutti corrono,e spesso insieme,pur di arrivare.io non so andare con nessuno.non so unirmi a niente che non mi rispecchi al 100%[e questo è un limite,enorme.o un desiderio di mantenere una certa incorruttibilità]

e papà dice che mi scaldo troppo.e papà ha una dannata ragione.io mi scaldo ancora troppo.ed è ancora inutile,scaldarsi troppo.lo è sempre stato.e lo è sempre di piu'.nulla cambia.se non cambia negli altri.se io non cambio,e gli altri non cambiano,la realtà non puo' cambiare.e se ti scladi ti bruci solo tu.
papà ha una dannata ragione.
e io mi scaldo per le stronzate,poi,e sono tante.
dunque mi scaldo tante volte.e mi brucio altrettante tante volte.

e rinizia il pezzo e la voce è sempre quella,ed ero piccola[a diciottanni si è piccoli]ma ero già così grande.e avevo già questa testa,da un po'.e mi mettevo già in situazioni scomode,e che potevano dare qualcosa di piu',e poi pero' ferire un po' di piu'.
cerco quel libro,e non è qui[è in un'altra casa.anche la dedica,quindi.cerco quel cd,quello è qui con me.ma mi vergogno di non essere piu' la persona a cui è stato regalato.hasta siempre.[de che?].compagno.compagna.compagni.[quanto mi piacevano queste parole.e quanto mi piacciono ancora,dietro al rabbia per la mancanza di significato che hanno,ormai]
e il mio voto è stato buttato.
potevo non andarci.
per la seconda volta il mio voto non è servito,non è bastato.
[come la maggior parte delle cose che faccio.non serve.o comunque non basta.siamo troppo pochi.dovrei rassegnarmi.]

e pero' mi sentivo viva.fedele alla mia linea.e volevo continuare.pensavo di poter continuare.
così.
pensavo.
e ora tiro di piu',e mi arrabbio di piu'.
e non risolvo nulla.
nulla.
e chi c'era non c'è piu'.
[ho solo una gastrite e un'ernia,in piu'.
per aver tirato,di piu'.e per essermi arrabbiata.di piu']
e allora penso che sto smettendo,forse ho già smesso di tirare di piu' e arrabbiarmi di piu'.
e che forse l'errorre è questo.visto che smettere non mi da piu' serenità.
e comunque non è vero.
non ho mai smesso.
forse ci ho provato.forse l'ho raccontata a me stessa.
ma il fatto che a volte faccia così male è la testimonianza che ci credo ancora.
e che mi scaldo,e che mi brucio.ancora.come sempre.


Aspetti ancora un sorriso, che ti permette di sperare.
Che ti fa sentire vivo, fedele alla tua linea e continuare
Ma ti piacerebbe fuggire lontano
E fermare chi si è permesso…
Di legare ad un muro le tue speranze
Per provare qualcosa a se stesso



e chi doveva dimostrare qualcosa a se stesso,l'ha fatto.ed è volato via.su fiori piu' facili,con piu' petali,con una consistenza piu' piacevole,al tatto.
e qst non mi fa arrabbiare.mi fa incazzare.
vorrei distruggere,chi si è permesso di legare ad un muro le mie speranze.perchè non si puo' giocare coi sentimenti delle persone.non si puo' usare gli altri.non si puo' sorseggiare qualcuno,morderlo,e poi lasciarlo cadere e trovare nutrimento altrove.non quando dall'altra parte c'è sincerità assoluta.e c'è una speranza vera.non è giusto.
non è giusto.
ma da quando la giustizia trionfa?
da mai.
e allora?ti stupisci?no.e allora?

E allora tiri di più… e ti arrabbi di più
Vivi, corri per qualcosa, corri per un motivo…
Che sia la libertà di volare o solo di sentirsi vivo…
Corri per qualcosa, corri per un motivo…
Che sia la libertà di volare o solo per sentirsi vivo…

allora mi incazzo.e pero' la rabbia,da sola non produce poi molto.
e mi incazzo con gli altri,e con me che non sono mai abbastanza pericolosa,per gli altri.mai stata pericolosa per gli altri come lo sono per me stessa.e invece dovrei pensare a me.volere bene a me.che gli altri sono abbastanza bravi da pensare a se stessi.ma quale soddisfazione potrei mai avere IO,dal pensare a me stessa???io che vorrei campi comuni,fra gente disposta solo a conservare gelosamente il proprio orticello?...
che disgrazia,credere alle utopie.sperare in un mondo diverso.
desiderare con tutta me stessa quello che non c'è.e non ci sarà.
nè mò nè mai.
e ancora la sogni.sai di non volerla piu'.non te ne sei convinta.è così.e perchè ancora la sogni?era parecchio che non succedeva.forse perchè ieri ti è capitato tra le mani un pezzo di carta e il penseiro è volato lì,qualche secondo.ma non significa nulla.anche in sogno la conclusione era la stessa.menzogne.inutili menzogne.e magari non ci andro' a quel concerto[sai mai che il sogno fosse un presagio]

Vedrai che prima o poi
Qualcuno verrà di sicuro a liberarti.
Vedrai che ce la farai…
Non è detto che per forza devi fermarti.
E allora scoprirai che questo tempo che passa
Ricopre tutto ciò che ti resta
E che per avere la libertà
Dovrai per forza chinare la testa
Ma non è questo che vuoi…[ tu dimmi è questo che vuoi…]

ed io sono qui.e non ci credo piu' che arriverà qualcuno a liberarmi.
non ci credo,e pero' sto qua.
che cazzo significa?
[e lo direi che cosa voglio,se lo sapessi.e correrei,per qualcosa,per un motivo,se ce l'avessi.per ora corro solo per sentirmi viva]
e vorrei dire mi va bene così.ma non mi va bene così.
non mi basta piu' correre,e tantomeno solo andare,per sentirmi viva.che essere viva,ma accorgersene solo per il vento che ti sbatte addosso non mi da soddisfazione[non me ne da piu' abbastanza]

e c'è una bambina che mi assomiglia troppo.e vorrei cabiarla,per il suo bene.e per egoismo vorrei non cambiasse.come per egoismo fermerei il tempo.e prenderei il doppio degli ani che passano,per non vedere invecchiare la persona piu' simile a me.che mi viene il magone al pensiero che potrei un giorno non avere piu' al fianco.perchè è l'unica persona che mai,parlando mi ha deluso.che mai,non ha ammesso qualcosa per suo beneficio,che mai è stato fazioso,che mai ha parlato o agito pensando solo a se stesso.che è disposto a parlare del generale,e poi arrivare al caso specifico.che quando comincio un discorso non si chiede perchè lo sto facendo e dove voglio arrivare,che mi segue,e mi capisce.sempre.l'unico.e pero' è mio padre.e se gli voglio bene non posso correre a piangere sulla sua spalla quando il mondo fa male.se vuoi bene ad un padre non puoi sbattergli davanti agli occhi il fatto che sei continuamente infelice,perchè sei come lui.perchè il mondo ti fa schifo,e sai che anche la maggior parte della gente ti fa schifo.che non ti riconosci nei tuoi simili,e che hai una paura fottuta di restare sola.e che la sua esperienza non servirà a far soffrire di meno te.
non puoi.
se gli vuoi bene non puoi.
e allora hai quadernini sparsi,senza bisogno di chiavi,perchè lui non andrebbe mai a legegrli.e poi ti apri un blog,sperando che in mezzo a tanta feccia ci sia qualcuno come lui.

anche il buio serve ad immaginare la ragione che ci invita a provare
e so che puo' far bene anche gridare per riscattare l'anima dal torpore
..so che ad ingannarmi non è l'amore perchè voglio amare..
io voglio amare e farmi male..voglio morire di te..

io vorrei non dovermi difendere.pero'.io voglio anche morire,e farmi male.ma per chi valga la pena.vorrei esere circondata da gente per cui valga la pena sacrificarsi.che mi piace farlo.ma deve valerne la pena.

oltre il mio equilibrio sempre un po' precario
libero l'istinto, cio' che mi sostiene
emozione nuova senza nome la ragione che ci invita a continuare
per questo problema io non ho soluzione,
io mi sento vittima e carceriere
so che ad ingannarmi non è l'amore perchè voglio amare.

l'amore non inganna,infatti.
è il non amore,e il finto amore che ingannano.
e fanno odiare la capacità d'amare anche chi non è capace.
vorrei avere un impedimento.un microchip che riconosce chi non è capace di amare,e me ne tiene a distanza.io che credevo che tutti fossero capaci di amare.e se non riuscivano era solo perchè non avevano ricevuto abbastanza amore..ora ho capito quanto mi sbagliavo.
ci sono persone che non hanno nessuna voglia di essere liberate.persone che ci stanno bene nella falsità,e ti bruci solo tu che ci credi in loro,e ti scaldi,e ti doni.
loro no.restano lì,prendono,ti illudono anche che servirà.poi ti direnno che non ce l'hanno fatta,e che non ti meritano[nel migliore dei casi]oppure che tu non meriti loro e che hanno perso tempo a starti vicino[nel caso dei migliori voltafaccia].
e io li ho conosciuti entrambi.che culo.
non basta.
l'amore non basta.
bella scoperta.


e pero' se sei cresciuta imparando a memoria le battute di romeo + juliet [e non solo perchè c'era un giovanissimo di caprio come protagonista] e se guardando gioco di donna ti emozioni come una cretina[e non solo perchè ti piacerebbe un gioco a tre alla penelope+charlize+bel pisello della situazione],vuol dire che in fondo credi che possa bastare.o credi che dovrebeb bastare.e che sarebbe bellissimo se bastasse.l'amore.e che a te basterebbe[a me basterebbe]e che speri ci sia qualcuno come te.questo speri.
e mio nonno diceva chi di speranza vive di speranza muore.
appost.


V i v i , corri per qualcosa, corri per un motivo…
Che sia la libertà di volare o solo per sentirsi vivo…
Corri per qualcosa, corri per un motivo…
Che sia la libertà, di volare o solo per sentirsi vivo...

[solo per sentirmi viva.e a tratti non mi ci sento comunque.
io sto bene io sto male io non so come stare.]


usa il cervello e i nervi
con disinvoltura e mira al cuore mira al cuore
MIRA AL CUORE
se l'alibi non regge e l'evidenza sfugge
muore tutto
l'unica cosa che vive sei tu
vivi solo tu solo tu SOLO TU
muore tutto vivi solo tu

[Nomadi_LibertàDiVolare_IoVoglioVivere_CCCP_ioStoBene_Allarme]

2 commenti:

*Vale ha detto...

[e non solo perchè ti piacerebbe un gioco a tre alla penelope+charlize+bel pisello della situazione] ¿?
bel pisello chi è?
Bardem?

Cmq
il tuo voto non è stato sprecato,ma questa politica non è più politica, è un prendere in giro gli elettori
la politica non sono gl'insulti, sono le proposte e io di proposte non ne vedo
i giornali disinformano
mi parlano delle amanti del nano malefico ma chi se ne infischia se la tipa della festa viene scortata per votare¿? è forse una notizia?
e i morti nell'atlantico, chi ne parla? e la febbre suina è gia passata? non doveva scoppiare una pandemia e tutti i soldi che rubano questi ladri al governo, chi ne parla, con il loro 14000 eur al mese e non fanno nulla, nemmeno una goccia di sudore? intanto la lega ha spaccato e rifondazione no
che schifo
ma quando si fa una bella rivoluzione che spazzi via tutta la feccia?

Irene ha detto...

maledetta.
la prima canzone dei nomadi non la conoscevo.molto bella.
ma la seconda...
mi è scesa una lacrima ed ho iniziato a cantarla ad alta voce...