lunedì 24 gennaio 2011

mi viene da piangere.e sarebbero lacrime belle,se potessero essere condivise.[non a caso,però.con chi dico io.]

ecchebbelppezzo.

[vorrei ascoltarlo con.in un abbraccio.sotto una coperta morbida.lana.morbida e colorata.
e ti abbraccerei,come quell'ultimo giorno.che mi veniva da piangere,chè si doveva partire.e chissà se te n'eri accorta.che volevo morderti.]






guardo dentro.tocco dentro.
e affogo.mi ci affogo,dentro.


Disse c'è un modo eppure freme
E' un luminarium fra noi,
distanti più di sempre

Disse c'è un temporale,
cosa mai mancò fra noi due?
Due mondi nell'universo

Amore tu non puoi,
difficile capirsi ormai
Vivo nel caos
Subito la notte è qui
Chiudi le malinconie
scegli me, scegli me

(disse c'è un temporale)
In un mondo che sai
non si placherà mai
A m a m i .
[se hai coraggio]



2 commenti:

☆Vale ha detto...

boh non mi convince...baci

no hero in blue sky ha detto...

Parole, suoni, libri e riferimenti...tutto bello qui!
Ti seguo se non ti crea noie.